Concorsi e premi

Vincitrici del Premio "Donna di Scienza"

terza edizione

Premio “Donna di Scienza” 2021

Nel 2021 hanno presentato la loro candidatura 17 concorrenti, di cui 6 nate a Cagliari. La vincitrice del Premio è stata Donatella Spano, sassarese, professoressa ordinaria dell’Università degli Studi di Sassari.

La motivazione del premio recita “Per l’importante contributo che le sue ricerche di assoluto livello internazionale hanno dato all’ampliamento degli studi sulle scienze del clima attraverso un’intensa e incisiva attività di ricerca e d’insegnamento nel campo della biometeorologia con particolare riferimento alle conoscenze degli impatti dei cambiamenti climatici sui sistemi agrari e forestali.

Per l’entusiasmo con cui si è sempre dedicata alla ricerca e alla didattica universitaria e alla divulgazione del sapere scientifico e all’impegno con cui ha trasferito anche in un ruolo istituzionale i temi della tutela dell’ambiente promuovendo, a livello locale e internazionale, politiche attive per la mitigazione dei cambiamenti climatici”.

Scienziata di assoluto livello internazionale ha contribuito ad ampliare gli studi sulle scienze del clima attraverso un’intensa e incisiva attività di ricerca e d’insegnamento nel campo della Biometeorologia e alla promozione di politiche di mitigazione e adattamento. è stata tra i primi scienziati a livello nazionale a comprendere i rischi dei cambiamenti climatici sui sistemi agrari e forestali e sulle risorse naturali. Ha promosso e coordinato progetti di ricerca sull’agrometeorologia, sviluppando modelli di valutazione e analisi di scenario sulla risorsa idrica e sugli incendi. I risultati delle sue ricerche hanno ricevuto importanti riconoscimenti al livello internazionale. Con straordinario entusiasmo ha costruito un gruppo di ricerca interdisciplinare e ha promosso l’istituzione di una sezione del Centro EuroMediterraneo sui Cambiamenti Climatici a Sassari. È stata cofondatore e presidente della Società Italiana delle Scienze del Clima. La passione per la scienza e per la sua comprensione le ha fatto sempre apprezzare la necessità di una corretta comunicazione dei messaggi scientifici. Instancabile in questo senso l’attività di coordinamento di rapporti per la comunicazione del rischio climatico finalizzati a tracciare il quadro attuale e futuro dell’impatto dei cambiamenti in Italia e nei paesi del G20.
All’Ateneo di Sassari ha svolto anche il ruolo di Prorettore alla Ricerca. Attualmente coordina il dottorato di ricerca in Agrometeorologia, primo esempio in Italia di alta formazione sviluppato con l’intento di coniugare il sapere delle scienze fisiche e quelle biologiche e agronomiche. Rappresenta attualmente l’Università di Sassari nel primo dottorato nazionale su Cambiamenti Climatici e Sviluppo Sostenibile. In questo senso ha sempre operato affinché le attività di ricerca fossero costruite su competenze elevate e sul confronto dei giovani ricercatori con la comunità scientifica internazionale. Inoltre ha saputo mettere a disposizione le proprie competenze scientifiche al servizio della Sardegna, svolgendo il ruolo di Assessore della Difesa dell’Ambiente, promuovendo tra l’altro politiche attive per la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici, tra cui la Strategia Regionale di Adattamento al Cambiamento Climatico, che ha ricevuto l’ambito Premio PA Sostenibile 2019. In virtù di queste politiche, ha coordinato la commissione Energia e Ambiente della Conferenza italiana delle regioni.

A chi è rivolto

Scienziata di assoluto livello internazionale ha contribuito ad ampliare gli studi sulle scienze del clima attraverso un’intensa e incisiva attività di ricerca e d’insegnamento nel campo della Biometeorologia e alla promozione di politiche di mitigazione e adattamento. è stata tra i primi scienziati a livello nazionale a comprendere i rischi dei cambiamenti climatici sui sistemi agrari e forestali e sulle risorse naturali. Ha promosso e coordinato progetti di ricerca sull’agrometeorologia, sviluppando modelli di valutazione e analisi di scenario sulla risorsa idrica e sugli incendi. I risultati delle sue ricerche hanno ricevuto importanti riconoscimenti al livello internazionale. Con straordinario entusiasmo ha costruito un gruppo di ricerca interdisciplinare e ha promosso l’istituzione di una sezione del Centro EuroMediterraneo sui Cambiamenti Climatici a Sassari. È stata cofondatore e presidente della Società Italiana delle Scienze del Clima. La passione per la scienza e per la sua comprensione le ha fatto sempre apprezzare la necessità di una corretta comunicazione dei messaggi scientifici. Instancabile in questo senso l’attività di coordinamento di rapporti per la comunicazione del rischio climatico finalizzati a tracciare il quadro attuale e futuro dell’impatto dei cambiamenti in Italia e nei paesi del G20.

Modalità di presentazione

Le candidature potranno essere presentate dalla persona interessata al ricevimento del premio o da persone terze quali la presidente dell’Associazione ScienzaSocietàScienza, i direttori dei dipartimenti universitari di Cagliari e di Sassari, i direttori dell’INFN sezione di Cagliari, dell’INAF-OAC, dell’Istituto di Neuroscienze del CNR; i dirigenti scolastici delle scuole sarde, i responsabili territoriali per la Regione Sardegna delle associazioni di docenti di discipline scientifiche, quali l’A.I.F., l’A.N.I.S.N., il C.R.S.E.M., la Divisione Didattica della S.C.I., la coordinatrice di Gi.U.Li.A. Giornaliste Sardegna, le vincitrici delle precedenti edizioni.

Le candidature dovranno pervenire entro le ore 13:00 del 20 luglio 2022 per e-mail all’indirizzo premiodonnascienza@gmail.com indicando nell’oggetto “Premio Donna di scienza – Nome e Cognome della candidata”.

La domanda o la proposta di ammissione al concorso deve essere effettuata per via telematica utilizzando l’apposito modulo scaricabile allegato al bando debitamente firmato dal o dalla proponente o dalla concorrente. Alla domanda ogni concorrente (o proponente) dovrà unire, sempre per via telematica e preferibilmente in un unico file in formato pdf:

  • Il curriculum della candidata.
  • Una chiara descrizione delle motivazioni per cui si presenta la candidatura e, in particolare, il legame della candidata con la scienza e con la Sardegna.
  • Un impegno a fornire una dichiarazione nella quale la candidata acconsente, ai sensi del D.lgs. 196/03 che i suoi dati personali siano utilizzati dagli organizzatori del premio per motivi legati all’espletamento dello stesso e che siano trattati anche con mezzi elettronici, ma non diffusi ad altri. È allegato al bando il modulo da compilare e firmare.
  • Ogni altro documento ritenuto utile ai fini del concorso.

Il ritardo nella presentazione della domanda e della relativa documentazione, qualunque ne sia la causa, comporterà l’inammissibilità dell’aspirante al concorso. Le domande prive della documentazione richiesta non saranno prese in considerazione.

Le candidature presentate entro la data indicata in questo bando hanno validità biennale, e potranno quindi essere prese in considerazione anche nella edizione del premio per l’anno 2023.

Modalità di selezione

La selezione delle candidature avviene su insindacabile giudizio della giuria appositamente costituita.

La giuria è presieduta da un membro dell’Associazione ScienzaSocietàScienza appositamente nominato dal Consiglio Direttivo dell’Associazione ed è composta da rappresentanti delle Università degli Studi di Cagliari e di Sassari, da esponenti del mondo dei media e della scuola, da rappresentanti degli enti di ricerca pubblici.

La giuria terrà conto dei seguenti criteri di valutazione:

  • Il livello di approfondimento scientifico dell’attività svolta
  • Il livello di internazionalità dell’attività svolta
  • Il livello di attenzione alla didattica e alla divulgazione della scienza.
  • Il livello di coinvolgimento del pubblico sull’attività svolta
  • La ricaduta dell’attività svolta sulla Sardegna
  • Un percorso formativo nelle discipline scientifiche

Il Premio Donna di scienza giovani sarà attribuito alla più meritevole e più giovane ricercatrice cagliaritana per nascita o per residenza o per sede di lavoro. La valutazione del merito sarà fatta nell’ambito dei criteri sopra stabiliti. Anche gli eventuali altri riconoscimenti saranno assegnati alle più meritevoli nell’ambito dei criteri sopra stabiliti e rispondenti al requisito richiesto. I membri della giuria non potranno avere legami di parentela diretta con le candidate. All’atto dell’insediamento ciascun giurato rilascerà apposita dichiarazione sulla propria posizione nei confronti delle candidate.

Premi

La vincitrice del Premio Donna di scienza riceverà dall’Associazione ScienzaSocietàScienza un premio in denaro di 2.000 € al lordo delle trattenute di legge e una pergamena ricordo.
La vincitrice del Premio Donna di scienza giovani riceverà dal Comune di Cagliari un premio in denaro di 1.000 € al lordo delle trattenute di legge e una pergamena ricordo.
Le vincitrici degli eventuali altri premi riceveranno dall’organismo che lo proporrà, un premio in denaro, il cui importo al momento non è quantificabile, e una pergamena ricordo.
Il premio speciale della giuria consisterà in un manufatto artistico artigianale e una targa ricordo. Le assegnatarie della menzione speciale riceveranno una targa ricordo. I premi non sono cumulabili.

Cerimonia di premiazione

I premi saranno consegnati di persona alle vincitrici nella cerimonia che si terrà durante la manifestazione Cagliari FestivalScienza XV edizione all’EXMA di Cagliari dal 10 al 13 novembre 2022. Se per cause di forza maggiore la cerimonia di premiazione dovesse svolgersi in maniera virtuale o la vincitrice non potesse presenziare di persona, dovrà collegarsi in videoconferenza.

Informazioni

Tutte le informazioni relative al Premio sono reperibili sul sito www.festivalscienzacagliari.it.
Si possono chiedere ulteriori informazioni all’indirizzo premiodonnascienza@gmail.com

Termini e condizioni

Ogni partecipante concede agli organizzatori del Premio, ai fini promozionali dell’evento, i diritti di utilizzo di immagini sui media, canali multimediali, pagine social, web e altre forme di comunicazione a disposizione dell’organizzazione. Le vincitrici si impegnano a essere presenti alla cerimonia di premiazione La partecipazione al premio implica la conoscenza e la totale accettazione del bando.

Informativa riguardo al trattamento dei dati personali (art. 13, Reg. UE 2016/679)

Informiamo che il trattamento dei dati sarà effettuato nel rispetto della normativa prevista dal regolamento UE 2016/679, art. 13 e dei diritti e obblighi conseguenti. I dati personali delle candidate saranno utilizzati dagli organizzatori del premio unicamente per motivi legati all’espletamento dello stesso. Ciò comporterà che essi possano essere trattati anche con mezzi elettronici, ma non potranno essere diffusi ad altri se non dietro esplicito consenso dell’interessata. Titolare del trattamento dei dati è l’Associazione ScienzaSocietàScienza con sede in Cagliari – Via La Vega 2/c tel. 3295662605 – e-mail: presidenza@scienzasocietascienza.it